Un viaggio tra genio e follia nella mente di Edgard Allan Poe

Dalla Galleria Borbonica di Napoli ai giardini di Villa d’Ayala a Valva: le prime due tappe dell’omaggio teatrale di Francescoantonio Nappi al padre del racconto poliziesco e del giallo psicologico

Dopo il grande successo del viaggio nell’ade di Ulisse, c’è un nuovo viaggio tra misteri e follia tra gli appuntamenti teatrali itineranti de “Il Demiurgo”, l’ormai celebre compagnia teatrale specializzata nella narrazione teatrale nei siti culturali più belli del Paese. Sabato e Domenica 23 e 24 Luglio (con due repliche al giorno alle 19.30 e alle 21) i meandri del sottosuolo napoletano della Galleria Borbonica saranno la scena di un “Viaggio tra genio e follia nella mente di Edgard Allan Poe”, uno spettacolo inedito prodotto, in collaborazione con “Il Demiurgo”, da “Nevermore: genio, orrore e follia”, la compagnia teatrale fondata da Francescoantonio Nappi, con l’obiettivo di “raccontare, attraverso il teatro, storie a tinte forti e fosche, incentrate sulla follia, il genio e l’orrore, per regalare agli spettatori, seguendo le tracce narrative e stilistiche della letteratura britannica ottocentesca e della scrittura di Edgar Allan Poe, un’esperienza in bilico costante tra l’onirico ed il folle”. Perché come diceva Edgar Allan Poe “nessuno ancora ha potuto stabilire se la follia è o non è una suprema forma d’intelligenza”.

E lo spettacolo inedito, che avrà la sua prima messa in scena alla Galleria Borbonica, per poi approdare il 30 e 31 Luglio nel parco di Villa d’Ayala a Valva (con due repliche al giorno alle 20 e alle 22), sarà un vero e proprio omaggio al genio folle di Edgar Allan Poe, lo scrittore statunitense (1809-1849) considerato unanimemente uno dei padri del racconto poliziesco, del giallo psicologico e della letteratura dell'orrore. “La sua vita, se possibile, fu ancor più interessante della sua produzione letteraria - racconta il regista Francescoantonio Nappi - fu scrittore, poeta, saggista, giornalista, editore, critico letterario. Soffrì molto, e spesso visse lunghi periodi di depressione. Furono celebri i suoi eccessi, i suoi amori, le sue rivalità. Anche per questo è divenuto negli anni oggetto quasi di culto oltre che di studio e ci ha ispirato la nascita del progetto Nevermore: genio, orrore e follia”.

In scena la vita e i deliri di Edgar Allan Poe

In scena prenderanno corpo, in una chiave onirica e originale, tutte le sfaccettature della figura geniale di Poe, autore di classici immortali come “Il Corvo”, “Il pozzo e il pendolo” o “Il Gatto nero”. “La sua incredibile inventiva e la sua fantasia macabra - anticipa il regista Francescoantonio Nappi - saranno il filo conduttore di uno spettacolo che racconterà Poe nella fase finale della sua vita, oramai roso dalla follia, dall’etilismo, dalla povertà ed attraverso il suo delirio stralci della sua vita e delle sue opere prenderanno corpo, in un crescendo di tensione, fino al finale spiazzante”. Oltre ad Edgar Allan Poe, interpretato da Franco Nappi, in scena prenderanno corpo il personaggio di Rufus Wilmot Griswold (Nello Provenzano), editore, critico e saggista che con lui ebbe enormi dissapori, Virginia Clemm (Claudia Balsamo), moglie di Poe, la cui prematura morte finì per segnare la mente e la produzione dello scrittore, Sarah (Francesca Borriero), un personaggio che fonde insieme altri due grandi amori di Poe: Sarah Helen Whitman, la poetessa che corteggiò dopo essere rimasto vedovo, e l’amore di gioventù Sarah Elmira Royster, e infine Reynolds (Daniele Acerra) un singolare personaggio di fantasia evocato da Poe in punto di morte.
Info e Prenotazioni:

Tel. 366.2080108
Mail. nevermore.amministrazione@gmail.com
www.ildemiurgo.it
www.facebook.com/ildemiurgo1
Twitter: @ILDEMIURGO1

Romeo e Giulietta alla Reggia di Caserta

In occasione del quattrocentesimo anniversario della morte di William Shakespeare il Demiurgo porta in scena alla Reggia di Caserta, il 16 luglio e 6 agosto, "Romeo e Giulietta", una delle opere più note e significative del più importante drammaturgo della cultura occidentale. Lo spettacolo è stato presentato, dal 10 al 12 giugno, nella cornice di Civita di Bagnoregio, la famigerata "città che muore", con un enorme successo di pubblico che ha portato a un sold out per tutte le repliche delle tre sere.
Lo spettacolo sbarca, quindi, in Campania, e sarà realizzato in maniera originale e coinvolgente: coinvolgerà il pubblico in una dimensione altra, catapultandolo nelle vicende dei Montecchi e dei Capuleti, portandolo a vivere in prima persona la faida che insanguina la Verona cantata dalla penna del Bardo Immortale. Gli spettatori potranno muoversi coi personaggi creati da Shakespeare, danzare con loro, seguirne le alterne vicende in prima persona, il tutto in una delle cornici più belle al Mondo: la Reggia di Caserta. La messa in scena dell'opera è stata possibile anche grazie al contributo e alla collaborazione dell'associazione Amici della Reggia di Caserta 

La vicenda dei due innamorati di Verona è arcinota: Romeo e Giulietta sono i rampolli di due famiglie rivali, i Montecchi e i Capuleti. Il loro amore tormentato, non compreso dalle rispettive famiglie di appartenenza, scocca all'improvviso: forte, impetuoso, inesorabile e folle. La passione li condurrà all'altare, alla gioia. E alla morte. Ma la messa in scena di "Romeo e Giulietta" targata Il Demiurgo è un vero e proprio omaggio al teatro di Shakespeare, realizzato con una maniacale attenzione al linguaggio e allo sviluppo dei personaggi, personaggi che Shakespeare concepì magistralmente: la romantica passione dei due protagonisti, la follia sensibile, incosciente e fragile di Mercuzio, la lealtà giovane eppure saggia di Benvolio, la forza e la temerarietà di Tebaldo... un caleidoscopio di volti, nomi, uomini e donne, personaggi immortali, su ciascuno dei quali si potrebbe produrre inchiostro a fiumi. è proprio dal rispetto e dall'amore per questi personaggi e le loro storie, dall'attenzione al loro modo di essere e di porsi ed esprimersi che nascono l'idea e il progetto artistico de Il Demurgo, realizzato e concepito da Emilia Esposito. Come da tradizione, la regia è affidata a Franco Nappi. Entrambi hanno curato la riduzione e l'adattamento del testo, cercando di renderne il senso, le sfumature e la grandezza.

Le musiche sono state scelte da Emilia Esposito e eseguite dalla soprano Ester Esposito e dal violoncellista Luigi Visco e dal falutista Antonio Ferraro . La scenografia è a cura di Filomena Mazzocca  e di Emilia Esposito mentre la coreografia d'arme è realizzata grazie alla collaborazione con la compagnia "La Rosa e La Spada" e curata da Marco De Filippo, maestro d'arme tra i più noti e stimati in Italia. I costumi, realizzati con assoluto rigore storico, sono curati da Artinà, di Monica Fiorito.

Il cast è di prim'ordine: Romeo e Giulietta sono interpretati, rispettivamente, da Roberto Matteo Giordano, attore campano formatosi alla "London Drama School", attivo sia in italia che nel Regno Unito, dove ha lavorato con le compagnie Chaplins, Working Space Theatre  e Tickled Pink, e Giuliana Ciucci, giovanissima attrice napoletana formatasi al Teatro Elicantropo. Nel ruolo di Mercuzio, invece, recita Franco Nappi, che affianca all'onere della regia l'interpretazione di uno dei personaggi più complessi e affascinanti della storia del teatro. Benvolio sarà interpretato dal napoletano Massimo Polito, mentre il romano Giulio Clerici interpreterà Tebaldo. Nel cast vi sarà la presenza di uno zoccolo duro di "veterani" che fin dalla prima ora partecipano agli spettacoli de Il Demiurgo: Daniele Acerra, Ferdinando Nappi, Salvatore Grasso, Marina Andeloro. Da segnalare la presenza dei napoletani Roberto Ingenito (frate Lorenzo)e Nello Provenzano (Capuleti), due attori esperti e talentuosi già noti agli appassionati di teatro campani. Completano il cast il romano Cristian Pagliucchi (il Principe) e l'italo francese Milca Lemasle.


----------------------------------------------
PROSSIMI APPUNTAMENTI:
6 AGOSTO 2016

“Romeo & Giulietta” di W.Shakespeare

10-11-12 Giugno 2016 Civita di Bagnoregio Bagnoregio (VT)

Il Demiurgo,  in occasione dei 400 anni dalla morte di William Shakespeare, porterà in scena l’11 e 12 GIUGNO 2016 una particolare e innovativa messa in scena dell’opera  “Romeo e Giulietta”  utilizzando come scenografia uno dei luoghi più belli e suggestivi d’Italia: il borgo di Civita di Bagnoregio, già scenario di molti film importanti.

Lo spettacolo catapulterà gli spettatori in una dimensione altra per vivere  in prima persona le vicende dei Montecchi e dei Capuleti e la loro tremenda faida che insanguina la città, potranno viaggiare spostandosi per le vie del borgo come fossero nell’antica Verona cantata da Shakespeare, danzare con i personaggi partoriti dalla penna del bardo immortale, mescolarsi a loro, viverne le angosce e i patimenti, gli amori e gli odi.

 

TEATRO nel SOTTOSUOLO: un mese con ULISSE

Un mese all’insegna dell’epica in compagnia del più furbo e scaltro EROE di TUTTI I TEMPI: Ulisse

Continuano le repliche dello spettacolo “Ulisse:il viaggio nell’Ade” che Il Demiurgo in questo mese porterà in scena in due location d’eccezione del sottosuolo campano: le Grotte di Pertosa-Auletta e la Galleria Borbonica di Napoli.
Il primo appuntamento è per SABATO 21 e DOMENICA 22 Maggio presso le Grotte di Pertosa-Auletta (SA) negli orari 17.00-19.00-21.00 e la domenica mattina anche alle 11.30 e, in occasione della manifestazione “Maggio dei Monumenti”, lo spettacolo verrà riproposto eccezionalmente nella Galleria Borbonica di Napoli SABATO 28 e DOMENICA 29 Maggio negli orari 19.30 e 21.00.

VIVI con NOI il VIAGGIO nell' INFERNO più EPICO di tutti i tempi!!!

I POSTI sono LIMITATI

https://www.youtube.com/watch?v=DlrYOe_dAlk&index=1&list=PLLIxDNnMGIjq5HivbOmHUVZh334qLHUsj

Per Informazioni

Tel. 331.31.26.215 - 327.83.40.763 - info@ildemiurgo.com

SITO WEB: www.ildemiurgo.it

FACEBOOK: https://www.facebook.com/ildemiurgo1/

TWITTER: @ILDEMIURGO1

YOUTUBE: https://www.youtube.com/channel/UC6z32AotEJLM4vhtSz5VSYA